Post

Le città invisibili - Italo Calvino

Immagine
  Di cosa parla? E' una serie di novelle dove Calvino descrive delle città, delle città ideali o semplicemente frutto della fantasia. A ognuna da un nome di donna. Ogni città è diversa dall'altra e ne descrive gli usi e i costumi degli abitanti. Commento: E' senz'altro un grande stimolo per la propria fantasia e l'immaginazione. Ogni città è diversa dall'altra, Qualche luogo potrebbe essere la città dove non vivresti mai, qualche altro è troppo perfetto e altri sono luoghi che ti incuriosiscono. Ho amato molto la città di Eutropia dove gli abitanti, quando si stancano della loro vita, si spostano nella città vicina. Tutti i cittadini, cambiano città, ruoli, legami usi e costumi. Giudizio: TRAMA: 6 STILE NARRATIVO: 9 SUSPENSE: 6 EFFETTO SORPRESA: 7 PERSONAGGI: 6 DIALOGHI: 6 Voto finale: 6,5

p

Immagine
  Di cosa parla? Lui, il protagonista, è un famoso pittore di cui non viene menzionato mai il nome. In un suo peregrinare con la macchina si imbatte in un eremo. L'eremo di Zafer. Decide di fermarsi per la notte. Si imbatte nella figura carismatica del responsabile dell'eremo, Don Gaetano. Il prete ha dato lustro all'eremo e ha creato una struttura alberghiera che periodicamente ospita ritiri spirituali di persone altolocate. Imprenditori, banchieri, dirigenti, politici, cardinali. Tutti al cospetto di Don Gaetano durante il ritiro spirituale. Ma durante una preghiera di gruppo la pace dell'eremo viene interrotta da un omicidio ed iniziano così le indagini del procuratore aiutato dall'intuito del pittore. Commento: Eremo, prete carismatico e misterioso, protagonista creativo e brillante, gente di potere e un omicidio. Tutti ingredienti che mi piace trovare in un giallo. Ma Todo Modo non è solo un giallo. La formula del thriller è un mezzo per mostrare riflessioni su

Rancore - Gianrico Carofiglio

Immagine
  Di cosa parla? Penny all'anagrafe Penelope Spada, ex Pm e ora investigatrice privata viene ingaggiata da Marina Leonardi dopo due anni dalla morte del padre. Il padre, Vittorio, è un ex barone universitario nonché chirurgo ed ex politico. Un uomo di potere che faceva parte della massoneria della Milano bene.  La figlia non è convinta che sia morte naturale, lei crede che centri qualcosa la sua matrigna una donna molto bella e soprattutto molto giovane. Potremmo dire che matrigna e figlia sono coetanee.  Ad avvalorare i sospetti della figlia un cambiamento mai formalizzato del testamento.  Penelope Spada conosceva già Vittorio Leonardi, il suo nome era comparso in un vecchio dossier di un'indagine durante il suo periodo da PM, un'indagine che le costò il posto. Ora dovrà scavare nel passato della vittima, nel proprio e trovare il bandolo della matassa. Commento: La vicenda è sì un classico giallo investigativo ma il forte è la narrazione. Semplicemente strepitosa e con un

Luna di miele - Giorgio Scerbanenco

Immagine
  Di cosa parla? Alberto e Lena sono marito e moglie e grazie alla nascita del loro figlio hanno formato una famiglia. Come tutte le coppie hanno alti e bassi. Un giorno Lena muore. Strangolata. A scoprirlo è il prete che li ha sposati. Poco dopo il prete si trova a pedinare Alberto  e Eva, la vecchia fiamma mai sopita di Alberto. Li segue in cerca della verità e di un giudizio, un'interpretazione di ciò che è bene  e ciò che è male. Commento: Il libro non scorre facilmente, non siamo difronte a un classico thriller. Sembrerebbe più uno scritto introspettivo. I personaggi vedono come unico protagonista il soggetto narrante, ossia il prete. Tutto ruota attorno a ciò che vede il prete a al suo giudizio come se mondo interiore e mondo esterno siano un tutt'uno in continua comunicazione. In questo Scerbanenco è bravissimo. Tutto il racconto è narrato con gli occhi del prete. I suoi pensieri sulla fede, sulle anime e sulla moralità. Un ruolo, quello del prete, che lo vede responsabi

Le tre bocche di Cerbero - Stefano Moriggi

Immagine
  Di cosa parla? Triora è un paesino nell'entroterra ligure. E' tutto in pieta. Vie e abitazioni hanno mantenuto intatto l'aspetto medievale. Ebbe un passato interessante come punto strategico fra Piemonte e Repubblica di Genova. Verso la fine del XVI secolo l'aera fu colpita da una grave carestia e come ogni crisi che si rispetti si è iniziato a cercare il capro espiatorio.  Fu allora che si parlò di streghe e la Chiesa assieme alla Repubblica di Genova diedero vita a uno dei processi si stregoneria più sanguinari d'Europa, anche se tra i meno noti, il processo di Triora. Il libro apre con una riflessione sul maligno e su come la Chiesa di oggi non abbia perso certo retaggi medievali. L'autore fa un'ottima ricostruzione storica andando a recuperare documenti e verbali delle persone coinvolte nel processo.  Commento: Credevo fosse un thriller ma mi son imbattuto in un ottimo libro di saggistica storica per i voti possono risultare severi ma non essendo un th

Assassini nati - Natural Born Killers - John Augst e Jane Hamsher - Quentin Tarantino

Immagine
  Di cosa parla? Anni '90, Mickey e Mallory sono una sorta di Bonnie e Clyde ma decisamente meno romantici. Sono anche loro una coppia di amanti ma non è la rapina il loro obiettivo, nessuno sa bene cosa vogliono ma il risultato è che dove passano loro scoppia l'inferno. Loro uccidono, uccidono in qualsiasi modo, senza un reale motivo, semplicemente perchè in quel momento gli gira bene così. Hanno bisogno di soldi? Rapinano e uccidono. Li guardi male? Uccidono e se ne vanno. Girano per l'America e ovunque si fermano uccidono qualcuno. La catena di omicidi cresce e con essa la popolarità di Mickey e Mallory che diventano delle autentiche star televisive. Le breaking news li rendono famosi. Schiere di giovani iniziano ad assumerli a loro miti moderni. Il loro amore, la loro libertà miscelati con le atrocità che commettono li rendono grazie alla televisione degli eroi anomali.  La televisione è loro complice durante tutta la storia, dagli omicidi all'arresto sino alla prig

La lunga marcia - Stephen King (pseudonimo Richard Bachman)

Immagine
  Di cosa parla? Presente alternativo. Negli Usa ogni anno si tiene la Lunga Marcia. L'evento televisivo dell'anno. Una competizione dove vengono sorteggiati 100 partecipanti. Tutti adolescenti. Unica regola: non scendere sotto i 6 Km/h. Pena, la morte. O meglio, non appena il concorrente rallenta il passo scatta l'ammonizione. Dopo 4 ammonizioni i militari che supervisionano la marcia sparano al concorrente. Vince l'ultimo che rimane in piedi. Se all'inizio i ragazzi sono abbagliati da fama, gloria e denaro ben presto si accorgono che la realtà che vivono è un meccanismo perverso dove la posta in gioco è ben più alta dei loro sogni. Commento: A me piace molto camminare, ma dopo aver letto questo libro mi è salita l'ansia al solo pensiero di mettermi in marcia, tanto è il livello di coinvolgimento del libro. Sembra di essere lì, assieme al protagonista Ray Garraty. Leggere un libro su una marcia può essere noioso, ma in questo caso le abilità narrative dell'